Convivere con l’ipoacusia

Adeguarsi a convivere con l'ipoacusia richiede tempo.

Indipendentemente da come si manifesta, gradualmente o improvvisamente, il processo di adeguamento alla perdita dell’udito normalmente richiede del tempo. L’ipoacusia colpisce l’equilibrio, rende difficile la conversazione provocando un affaticamento mentale e fisico. A sua volta tutto ciò può portare all’isolamento sociale, all’ansia o persino alla depressione e ad un impoverimento generale della salute. Il primo passo per vincere l’ipoacusia sta nel prenderne atto ed accettarne la presenza, rendendosi conto che a differenza di altri disturbi della salute, come ad esempio l’artrite o problemi al cuore, per la perdita dell’udito esistono soluzioni rapide ed efficienti.

Esame e valutazione dell'udito

Una diagnosi corretta e completa, effettuata da un audioprotesista, è fondamentale quando si tratta di migliorare l’udito. Una valutazione tipica dell’udito si svolge in maniera semplice:

  • In primo luogo, il tuo audioprotesista effettuerà un esame alle orecchie.
  • Quindi ti chiederà di parlargli delle situazioni in cui la perdita dell’udito risulta particolarmente invalidante.
  • Infine verrà effettuata una valutazione dell’udito. Per certi aspetti il test assomiglia all’esame della vista, ma invece che guardare una serie di lettere o numeri, ti verrà chiesto di ascoltare diversi tipi di suoni e reagire a quelli che riesci a sentire.
  • Infine verrà effettuata una valutazione dell’udito. Per certi aspetti il test assomiglia all’esame della vista, ma invece che guardare una serie di lettere o numeri, ti verrà chiesto di ascoltare diversi tipi di suoni e reagire a quelli che riesci a sentire.
  • Se dovesse verificarsi una perdita dell’udito, il tuo audioprotesista ti presenterà le varie soluzioni, suggerendo l’apparecchio auditivo idoneo alle tue esigenze personali, al grado di ipoacusia e alle tue possibilità finanziarie.

Che cosa ti aspetta una volta adottato un apparecchio acustico?

Sebbene ci voglia del tempo per adattarsi completamente ad un apparecchio acustico, il tuo udito migliorerà subito dopo l’applicazione. Potrai riprendere a sentire suoni che oramai avevi dimenticato, come quello del fischio della teiera che bolle, il ticchettio degli indicatori di direzione della tua auto o il fruscio dell’acqua corrente. A poco a poco il tuo cervello si adatterà ai nuovi livelli acustici di svariate situazioni di ascolto.

Cosa devo fare se sospetto essere ipoudente?

Se pensi di soffrire di ipoacusia, non ignorare i tuoi sospetti, rischieresti solo di far peggiorare ulteriormente il tuo udito. L’utilizzo degli apparecchi acustici aiuta, infatti, a rallentare sensibilmente il processo di perdita dell’udito, preservando la capacità uditiva per tutta la vita. Ti consigliamo dunque di non perdere tempo e di prendere il prima possibile un appuntamento da un esperto Beltone.